Variante RE11

“Ambito RE11”: descrizione.

La Società immobiliare Effe Esse ha presentato nel 2017 una proposta di Piano Integrato di Intervento (PII), in variante al PGT vigente, per l’attuazione dell’ambito residenziale di completamento del comparto denominato RE11 ( ex area produttiva Scaltrini).

Allegato 2-Tabella di inquadramento_RE11

L’intervento consiste nell’edificazione di circa 200 appartamenti , collocati in diverse palazzine.

Il Piano Integrato di Intervento  era previsto nel PGT approvato nel 2013 e prevedeva :

  • l’altezza massima edifici: 14 mt per un numero massimo di 3 piani abitabili fuori terra
  • la  non ammissione della  funzione residenziale usi R1 ( residenza libera)
  • residenza protetta (mini alloggi per gli anziani a canone convenzionato) per almeno il 20% della Slp realizzabile.
  • la cessione gratuita al patrimonio pubblico dell’area boscata posta a est di via Gorizia da destinare a Parco pubblico

La Variante al PGT indicata nel nuovo Piano Integrato di Intervento  prevede invece:

  • l’altezza massima edifici : 23 mt per un numero massimo di piani 6 abitabili fuori terra
  • l’ammissione della funzione residenziale usi R1 (residenza libera) nel limite massimo del 50 % della residenza insediabile
  • la realizzazione di edilizia convenzionata nella misura del 50% della residenza complessiva
  • la realizzazione residenza protetta (mini alloggi per gli anziani a canone convenzionato) e alloggi in edilizia sociale per percentuali sulla Slp realizzabile non definite.
  • la cessione gratuita al patrimonio pubblico dell’area boscata posta a est di via Gorizia da destinare a Parco pubblico.

E ’prevista, inoltre, la riqualifica dell’area attualmente dismessa tramite interventi di bonifica  del suolo inquinato e la realizzazione di opere pubbliche e piste ciclopedonali che mettono in relazione l’area tra via Gramsci e la via G. Dalla Chiesa.

La delibera di giunta n° 115 DEL 19/7/2018 da avvio al procedimento per l’attuazione dell’ambito residenziale Re11 in variante al PGR vigente e contestuale avvio di procedimento di verifica di assoggettabilità alla Valutazione Ambientale Strategica (VAS).

Il “Rapporto Ambientale”, protocollato nell’ agosto 2018, presentato dalla proprietà, reputa che la variante Re11 non debba essere assoggettata alla VAS e propone di escluderla dal processo valutativo.

Di tutt’altro parere sono, invece, alcune associazioni, forze politiche, sindacati e cittadini che hanno presentato un documento unitario di “Osservazioni in merito al procedimento di verifica di assoggettabilità  alla VAS”, presentato in data 4/10/2018 , nel quale vengono esplicitate le ragioni per cui è opportuno e necessario procedere alla VAS.

Annunci